Northern Lights

The show of the Northern Lights in an era in which nothing surprises anymore, is still one of the few natural phenomena that we remain amazed and moved.
Depending on the intensity that changes  continuously, the Aurora appears like a luminous band crossing the starry sky, as if a giant were painting the night with an enormous paintbrush, a luminous fluid coming out of Aladdin’s lamp, a lysergic dream of the Sixties, the spirituality of something supernatural dancing in the sky or, as the Lapp legend says, the powdery snow that lifts when moved by the tail of the arctic fox.

Lo spettacolo dell’aurora boreale in un’epoca in cui nulla più stupisce rimane uno dei pochi fenomeni naturali di fronte a cui si rimane veramente increduli e commossi.
A seconda dell’intensità che cambia di continuo, l’aurora appare di volta in volta come una striscia luminosa che attraversa il cielo stellato, come se un gigante dipingesse la notte con un enorme pennello, un fluido luminoso che esce dalla lampada di Aladino, un sogno lisergico degli anni Sessanta, la spiritualità di un qualcosa di soprannaturale che danza in cielo o, come narra la leggenda lappone, la neve farinosa che si alza mossa dalla coda della volpe artica.